Libri Reti di credito. Circuiti informali, impropri, nascosti (secoli XIII-XIX) Scaricare Gratis

Reti di credito. Circuiti informali, impropri, nascosti (secoli XIII-XIX) - Muzzarelli M. G. (cur.)

Reti di credito. Circuiti informali, impropri, nascosti (secoli XIII-XIX)


Ficha técnica


  • Titolo: Reti di credito. Circuiti informali, impropri, nascosti (secoli XIII-XIX)
  • Autore: Muzzarelli M. G. (cur.)
  • Editore: Il Mulino
  • I dati pubblicati: 02 Ottobre '14
  • ISBN: 9788815251909
  • Formato del libri: EPUB, PDF, DOCx, TXT, MOBI, FB2, Mp3
  • Numero di pagine: 439
  • Idiomas: Español
  • Valoración: ★★★★★
  • País: España
  • Dimensione del file: 51MB

Sinossi di Reti di credito. Circuiti informali, impropri, nascosti (secoli XIII-XIX) Muzzarelli M. G. (cur.):

Le vicende del credito tra basso Medioevo ed eta contemporanea si sonoaffermate come tema cruciale nella storia europea: gli studiosi infatticonvergono nel restituire il quadro di una societa legata in modo forteall'attivita creditizia. Si e inoltre sviluppata la consapevolezza che glioperatori professionali medievali (banchieri, cambiatori, monti di pieta) nonavessero l'esclusiva del settore, poiche le fonti rivelano una catena spessolunga e imprevedibile di prestiti, in grado di legare le persone piu diverse eper le piu diverse ragioni. I saggi qui raccolti gettano luce su questo ampiotraffico di denaro: da un lato fanno emergere una fittissima trama direlazioni, obblighi e impegni- dall'altro rivelano le molte funzionicreditizie, improprie e inattese, assolte da istituzioni vocate ad altro (iconventi e i luoghi pii) e da figure professionali non specializzate (notai,artigiani, commercianti, etc.). Nell'insieme prende corpo l'immagine di unasocieta in cui il denaro era cronicamente scarso a tutti i livelli della scalasociale e in cui l'inventiva, la capacita e la preparazione tecnica supplivanoin molteplici modi a questa drammatica e costante mancanza.
The history of credit between late middle ages and contemporary age have established themselves as key issue in European history: the scholars indeed converge in return the picture of a company linked to strong lending activity. He also developed the knowledge that medieval professionals (bankers, changers, pawnshops) did not have exclusive rights in the sector, since the sources reveal a long and often unpredictable chain of loans, which bind different people and for different reasons. The essays collected here shed light on this extensive money traffic: on the one hand give rise to a dense weave of relationships, obligations and commitments- on the other hand, reveal the many duties, improper, unexpected credit, undertaken by institutions suited to other (convents, and pious places) and non-specialized professions (notaries, craftsmen, tradesmen, etc.). The collection takes shape the image of a society in which money was chronically scarce at all levels of the social ladder and where creativity, ability and technical skills they replaced in many ways in this dramatic and steady lack.
Reti di credito. Circuiti informali, impropri, nascosti (secoli XIII-XIX) EPUB
Reti di credito. Circuiti informali, impropri, nascosti (secoli XIII-XIX) PDF
Reti di credito. Circuiti informali, impropri, nascosti (secoli XIII-XIX) DOC
Reti di credito. Circuiti informali, impropri, nascosti (secoli XIII-XIX) TXT
Reti di credito. Circuiti informali, impropri, nascosti (secoli XIII-XIX) MOBI
Reti di credito. Circuiti informali, impropri, nascosti (secoli XIII-XIX) FB2
Reti di credito. Circuiti informali, impropri, nascosti (secoli XIII-XIX) MP3
Reti di credito. Circuiti informali, impropri, nascosti (secoli XIII-XIX) Torrent

7 comentarios